martedì 30 marzo 2010

Pecorelle dolci .... dolci pecorelle!

Non ho resistito! Quando ho visto su una rivista di cucina svizzera queste pecorelle me ne sono innamorata. Troppo carine! E poi veramente facili da preparare.... solo che a pensarci ... mi toccherà rifarle. Mica potevamo aspettare Pasqua per assaggiarle ;-))

Pecorelle dolci


Ingredienti per la pasta dolce:
- 400 g di farina per dolci
- mezzo cucchiaino di sale
- 120 g zucchero
- mezzo cubetto di lievito (ca. 20 g)
- 80 g di burro
- 1,5 dl di latte
- 1 uovo

Ingredienti per la glassa/briciole:
- 100 g di zucchero
- 60 g di farina
- 40 g di burro
- la buccia ed il succo di mezzo limone
- 1 uovo
- 6 o 8 nocciole o mandorle 

Preparazione:
Mischiare bene la farina, il sale, lo zucchero.
Sciogliere il lievito nel latte tiepido ed aggiungerlo alla miscela di farina, sale e zucchero.
Aggiungere poi il burro morbido e l'uovo.
Lavorare bene la pasta e lasciarla lievitare a temperatura ambiente per due ore. Deve raddoppiare di volume.

Nel frattempo preparate la glassa che non deve risultare liquida. Piuttosto come briciole. 
Mischiare bene lo zucchero, la farina, il burro, la buccia grattugiata ed il succo di limone e l'uovo.

Preriscaldare il forno a 170 gradi.

Quando la pasta sarà ben lievitata, formate 6 o 8 (secondo la grandezza) pecorelle - senza dimenticare l'orecchio.
Mettere un pezzetto di mandorla oppure una nocciola al posto dell'occhio.
Distribuire la glassa/briciole sul corpo della pecorella formando così il manto di lana.
Cuocere a 170 gradi per ca. 20 minuti.

17 commenti:

  1. Ma sono un'amoreeeeeee. Come non innnamorarsene?
    Ma come si fa a dare la forma a pecorella?

    RispondiElimina
  2. sono deliziose! le voglio pure io!
    Ecco, questo è l'unico agnello che mi mangerei volentieri a pasqua! :-)
    sei bravissima!
    a presto,
    Alessandra

    RispondiElimina
  3. Che carine che sono le pecorelle:) e chissa che buoneeeee
    Complimenti anche per il tuo blog! bellissimo posticino
    vale

    RispondiElimina
  4. a quanto belle sono??? da 1 a 10 almeno 100 :-))))

    RispondiElimina
  5. E come si fa a resistere????Le voglio!!!!!

    RispondiElimina
  6. Tina ma sono tenerissime!!!Mi piacciono...che simpatiche!!!Bacione

    RispondiElimina
  7. molto buone le pecorelle ma le foto sono super molto raffinate

    RispondiElimina
  8. Ciao! ma che belle e simpatiche le tue pecorelle?! possiamo rubartene una???!
    un bacione

    RispondiElimina
  9. @Elenuccia: ciao carissima, se mi dai la tua email ti posso mandare un piccolo schema. Anche se non è che riesca così facilmente come sulla rivista.

    @Alessandra: ma prendine pure una, tanto io le ho rifatte;-)) Grazie e a presto!

    @Ely: grazie carissima!

    @Judy: prendile, ce ne sono anche per te! Ciao e grazie!

    @Ambra: è vero, infatti anche a me sono piaciute subito. Bacioni carissima

    @Gunther: grazie del complimento caro Gunther

    @Manuela e Silvia: servitevi pure. Grazie a voi ragazze!

    RispondiElimina
  10. Che belle foto e che belle pecorelle! Il tutto con tanta classe e semplicità. Buon fine giornata deny

    RispondiElimina
  11. Fantadeliziose le tue pecorelle . Brava. Mille baci Anna.

    RispondiElimina
  12. @Deny e Anna: grazie mille ragazze e buona Pasqua!

    RispondiElimina
  13. Ciao!Bellisima pecolera.mi viene la colina in boca..Bravisima!!!Buona pasqua da Romana

    RispondiElimina
  14. che belle!!!!!!!
    tanti cari auguri!!!!!!!!

    RispondiElimina
  15. bellissime!!!!
    Mi sono permessa di prendere uno spunto ringraziandoti nel mio post!
    bacibaci

    RispondiElimina
  16. @Romana: grazie mia cara!

    @Chiara: una buona giornata carissima...

    @Anna: ho visto le tue pecorelle e ti sono venute benissimo. Mi fa piacere che siano piaciute anche alla tua famiglia. Un bacione!

    RispondiElimina
  17. ...che meraviglia!! Sono uno spettacolo...Ma come hai fatto a formare le pecorelle? Con uno stampino? Comunque...copiate!! :>

    RispondiElimina

Grazie del tuo commento... positivo o negativo che sia. Nella vita non si smette mai di imparare!